In virtù della nostra doppia qualifica di amministratori condominiali e revisori della contabilità condominiale, siamo in grado di fornire servizi personalizzati di altissimo livello, garantendo un approccio integrato e multidisciplinare che permette ai nostri Clienti (amministratori di condominio, studi legali, società di gestione immobiliari, banche, proprietari e conduttori) di fare affidamento sul nostro Studio come unico punto di contatto.

ll team offre il servizio di elaborazione elettronica dei dati contabili, mediante l'utilizzo dei più avanzati software gestionali, sostenendo i propri clienti nella complessa gestione del Condominio.
Le diverse novità introdotte dalla legge n. 220/2012, presentano un insieme di regole molto severe che, se non oculatamente e pedissequamente applicate, possono provocare finanche la revoca dell'amministratore.

Sommario "Il Condominio" Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Phasellus rhoncus diam vel enim rhoncus efficitur. Etiam condimentum non eros at dapibus. Nulla facilisi. Fusce magna dui, ultrices at ipsum ac, mollis varius sapien. Duis gravida et ex a dictum. Nam tincidunt purus sed fermentum consequat. Aenean elit neque, pulvinar vel porta non, elementum quis dolor. Nam felis massa, sagittis ut facilisis ac, ultrices imperdiet augue. 

Le ultime news

domenica, 29 luglio 2018

Convegno sulla Resilienza Organizzativa.

martedì, 2 gennaio 2018

IL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA Vista la legge 11 dicembre 2012, n. 220; Visto l'articolo 71-bis delle disposizioni per l'attuazione del Codice civile e disposizioni transitorie, per come modificato dall'articolo 25 della legge 11 dicembre 2012, n. 220, recante "Modifiche alla disciplina del condominio negli edifici";

domenica, 28 maggio 2017

Il progetto che riforma la vecchia disciplina degli immobili in condominio prevista dal codice civile del 1942 e convertito in legge n. 220 l’11 dicembre 2012.

La legge 11 dicembre 2012, n. 220 - "Modifiche alla disciplina del condominio negli edifici" - ha in qualche modo rappresentato, per gli operatori del settore, una "rivoluzione copernicana". Ha, infatti, fissato requisti abilitanti e di formazione continua per l'esercizio della professione di amministratore condominiale, individuato specifiche cause di revoca dello stesso, definito nuove regole in merito all'attribuzione delle deleghe per la partecipazione alle assemblee, normato, integrato e variato la composizione ed il contenuto del rendiconto oltre all'uso delle parti comuni, statuito maggioranze assembleari diverse rispetto al passato, introdotto regole per la gestione delle morosità e sulla modalità di azione dei creditori, introdotto la figura del "Revisore Condominiale".

 

numero verde: 800 031653

Richiedi un preventivo

I campi contrassegnati con * sono obbligatori